IC TOSCHI

BAISO “G.B.TOSCHI”

VIA CA' TOSCHI, 4,
42031 BAISO RE


Cod. Meccanografico: REMM819014

Telefono: 0522843606
Fax: 0522843606
Email: secondaria.baiso@ictoschi.edu.it

Responsabile di plesso: Prof. Roberto Aldini


Le strutture

La Scuola Secondaria di I Grado del Comune di Baiso si pone come obiettivo quello di essere “luogo di vita” e rappresentare, nonostante le numerose insidie, l’istituzione dello Stato alla quale viene demandata la formazione: vita sociale, culturale, di progresso individuale e collettivo, dunque.

La scuola è, subito dopo la famiglia, la principale agenzia di socializzazione e formazione della personalità del bambino e del preadolescente. Il suo compito fondamentale è fornire gli strumenti necessari per crescere culturalmente, psicologicamente e socialmente, acquisire un certo grado di responsabilità e autonomia.

Il numero di alunni non eccessivamente elevato nelle classi permette ai docenti di costruire una didattica consapevole e attuale, attenta ai bisogni educativi dei ragazzi e alle loro necessità individuali, favorendo così l’acquisizione del Sé e contribuendo allo sviluppo emotivo ed educativo personale.

L’ambiente tranquillo e famigliare dell’Istituto consente inoltre di creare rapporti personali solidi, basati sulla buona collaborazione, dove l’alunno non si sente isolato, ma parte di un gruppo aperto e solidale. La capacità di creare relazioni positive coinvolge ovviamente anche gli adulti, in primis le famiglie, che vedono nella scuola un supporto, una possibilità di dialogo e di confronto; in secondo luogo, il personale scolastico la rende lo sfondo principale della propria azione educativa, nonché un ambiente di lavoro stimolante e improntato alla cooperazione tra pari.

Una delle linee portanti della Scuola Secondaria di Baiso è la convinzione che l’offerta educativa, per essere efficace, debba integrarsi il più possibile anche con ciò che è esterno alla scuola, per offrire, oltre ai curricoli svolti in orario scolastico, interventi didattici e culturali in senso ampio che evidenzino il suo ruolo di centro di educazione permanente.

In quest’ottica, la Scuola Secondaria di I grado di Baiso, nonostante la diminuzione di risorse e malgrado i tagli imposti dalle riforme scolastiche che si sono succedute, continua a ritenere opportuno concentrare energie personali ed economiche nel tenere in vita le attività laboratoriali e progettuali in orario curricolare ed extracurricolare. In particolare, Il progetto “Porte aperte a scuola” prevede un accesso ai locali scolastici al di fuori dell’orario curricolare per frequentare i laboratori. Le attività proposte diventano occasione di apprendimento e di crescita collettivi, grazie ad una formazione fatta di occasioni, contesti conoscitivi ed esperienziali diversi, di incontri con persone, esperti e associazioni portatori di nuovi Saperi e conoscenze che, nella condivisione, accrescono anche l’identità sociale e il senso di appartenenza comune.

La natura extracurricolare e volontaria della partecipazione stimola inoltre, contemporaneamente, la creatività progettuale dei docenti che propongono le attività e l’interesse di chi si avvicina a percorsi al di fuori della tradizionale cornice istituzionale e curricolare della nostra scuola. Le attività laboratoriali mantengono però forti collegamenti con i percorsi disciplinari, puntando al consolidamento delle competenze linguistico-espressive, logico-matematiche e scientifiche di tutti i partecipanti.

Una scuola che vuole essere al centro della comunità non può quindi fare a meno di confrontarsi con la realtà che la circonda, perciò per essa risulta indispensabile il sostegno dell’Ente comunale e delle varie associazioni presenti sul territorio, i quali contribuiscono a creare un ampliamento dell’offerta formativa, organizzando attività che vanno ad integrare quelle proposte dai docenti e che aiutano i ragazzi a conoscere meglio il proprio territorio, a sviluppare una coscienza civica e il senso di appartenenza alla cittadinanza attiva.

La didattica tradizionale in classe si affianca ad attività di tipo progettuale che hanno lo scopo di consolidare lo spirito di gruppo, rispondere alle istanze educative che vengono da più parti, stimolare le forme multiple di apprendimento e sviluppare negli alunni le competenze-chiave previste dal Consiglio dell’Unione Europea, le quali permettono a ciascun cittadino di adattarsi ai cambiamenti della società. Queste competenze sono importanti per la propria realizzazione personale, per la vita lavorativa, per studiare e apprendere cose nuove, attraverso una serie di stimoli che attivano i ragazzi al confronto con la realtà che li circonda.

Percorsi Significativi:

 Attività di recupero e potenziamento

Corsi di recupero e potenziamento di Italiano, Matematica e Inglese – per il recupero delle lacune disciplinari e il potenziamento delle abilità degli alunni;

 Alfabetizzazione per gli alunni stranieri – per favorire l’integrazione degli alunni di origine straniera e potenziare le abilità di lingua italiana L2;

Madrelingua inglese in classe – per potenziare le abilità in lingua inglese e sviluppare il confronto di civiltà con una diversa cultura.

Laboratori progettuali

 “Porte aperte a scuola”laboratori di varia natura (cinema, cucina, teatro, giochi tradizionali, ecc…) per favorire l’inclusione scolastica e stimolare la creatività degli alunni;

 Laboratori sulle eccellenze del territorio – per conoscere e confrontarsi con le realtà più dinamiche del territorio comunale e le tradizioni locali.

Continuità e Orientamento

 Continuità – attività di Continuità con la Scuola Primaria, visita alla scuola;

Orientamento – incontri con i docenti e laboratori disciplinari di Orientamento consapevole alla scelta della scuola Secondaria di II Grado.

Partecipazione a concorsi indetti da Enti esterni

Progetto “Bellacoopia” – indetto da LegaCoop, per la promozione del lavoro cooperativo su temi inerenti la storia locale, la solidarietà e l’attualità;

 Scrittori in classe” – concorso di scrittura creativa indetto da Conad;

 Cronisti di classe” – concorso indetto dal Resto del Carlino per la scrittura di articoli di giornale a tema scolastico e non;

  Olimpiadi della Matematica” – per potenziare le abilità e conoscenze delle discipline logico- matematiche. 

Attività di tipo ambientale

 “Puliamo Baiso” – per stimolare negli alunni la nascita di una coscienza ambientale;

  “A piedi scalzi” – percorsi a piedi sui sentieri comunali per conoscere le realtà e varietà ambientali del territorio.

Abilità informatiche

  “EIPASS” – Da quest’anno, la scuola – centro di formazione EIPASS – favorirà il miglioramento delle competenze informatiche degli alunni e dei docenti attraverso corsi volti al conseguimento del Passaporto Europeo di Informatica. Inoltre, si prevede di aprire il suddetto percorso anche alla cittadinanza con una ricaduta su tutta la comunità;

  “Google Suite for Education” – La scuola utilizza tale tecnologia per implementare il livello di competenze informatiche degli alunni, così come raccomandato nelle Indicazioni Nazionali per la Scuola dell’Infanzia e per il Primo Ciclo d’Istruzione redatte dal MIUR. 

Cittadinanza ed Educazione alla legalità

  “Concittadini” – per sostenere e valorizzare le esperienze di cittadinanza attiva che vedono protagonisti sia i ragazzi che gli adulti, tanto nelle scuole quanto nel territorio regionale e promuovere una cultura della partecipazione e della cittadinanza;

  Consiglio Comunale dei Ragazzi – per un coinvolgimento diretto dei ragazzi nella vita del proprio territorio attraverso un coinvolgimento libero, autonomo e non vincolato a schematismi partitici o politici; per rendere visibili e far conoscere agli adulti le esigenze dei ragazzi, imparare a collaborare con gli adulti e preparare i ragazzi ad essere cittadini;

  Incontri con l’arma dei Carabinieri – per educare alla legalità;

  Visita alle sedi delle istituzioni dello Stato (Comune, Provincia, Regione, Senato della Repubblica) – per conoscere i luoghi di funzionamento dello Stato. 

Luoghi di prevenzione e promozione di comportamenti sani

   “W l’Amore”percorso di Educazione all’Affettività e alla Sessualità, per conoscere se stessi, il proprio corpo e l’Altro;

  “Selfie Monuments” – progetto per prevenire i rischi della pratica del selfie estremo;

  Lotta alle ludopatie – incontri con esperti per conoscere la realtà sociale della patologia e prevenire i rischi che si possono incorrere;

  Prevenzione contro il cyberbullismo e uso consapevole di Internet e dei Social Network – incontri con la polizia postale e con esperti per comprendere i rischi dei comportamenti, spesso inconsapevoli, derivati dalla navigazione in rete e delle conseguenze del cyberbullismo.

Intercultura

  Cena Marocchina – organizzazione di serate di confronto e scambio interculturale.

Sicurezza

  Corso di Primo Soccorso – per conoscere le buone pratiche e sapere come comportarsi in caso di necessità.

Attività sportive

   Gruppo sportivo – attività che prevede il confronto dei ragazzi con varie discipline sportive, giochi tradizionali e di strada. Per contribuire a migliorare il senso di appartenenza al gruppo, la collaborazione, aumentare il livello di socialità e sviluppare le abilità motorie;

  Tifiamo Europa”partecipazione allo stadio degli alunni interessati ai campionati europei di calcio Under 21 per educare ad un tifo responsabile e al rispetto dell’avversario;

  Tornei sportivi interni per favorire la socializzazione all’interno dell’Istituto delle classi di pari grado;

  Gare provinciali di atletica o corsa campestre – per favorire lo spirito di competizione sano e il rispetto dell’Altro.

Viaggi d’Istruzione e Uscite Didattiche

   Gemellaggio in Francia – per favorire il mutuo confronto con i coetanei di altre realtà europee e sviluppare il dialogo interculturale con altre realtà;

  Viaggi d’Istruzione visita ad alcune città e luoghi significativi d’Italia per apprendere “sul campo” quanto si è imparato in classe, approfondendo alcuni aspetti delle discipline curricolari e respirare realtà differenti dalla propria. 

Attraverso questi percorsi, la scuola si prefigge di stabilire azioni che hanno il compito di integrare le conoscenze disciplinari con le competenze di base necessarie ad affrontare il mondo attuale e reale, al di fuori della scuola. Essa diventa quindi attrice privilegiata ed elemento cardine della comunità, attraverso le cui attività si promuove cultura e formazione, in concerto con le altre istituzioni e con tutto il tessuto sociale del territorio.

La scuola, dunque, si rende responsabile e promotrice del diritto all’educazione, poiché esso è indispensabile per lo sviluppo umano nella sua totalità e all’interno della società, perché l’educazione stessa trasforma la vita e fornisce un futuro pacifico e produttivo.


I Nostri servizi:
Dove siamo: